Manutenzione

Eseguiamo lavori di manutenzione Ordinaria e Straordinaria

MANUTENZIONE ORDINARIA

Interventi sulle finiture esterne:
– interventi sulla facciata degli edifici, come ripristino di tinteggiature, intonaci e rivestimenti senza cambiare i materiali o pulitura della superficie;
– riparazione e sostituzione di serramenti,come porte, finestre, portoni d’ingresso e anche vetrine dei negozi, senza cambiare caratteristiche come la sagoma e il colore;
– impermeabilizzazione delle coperture;
– riparazione di ringhiere, parapetti e recinzioni;
–  installazione di grate o inferriate alle finestre;
– installazione di tende da sole o zanzariere o di doppi vetri alle finestre;
– rifacimenti di pavimentazioni esterne di balconi, terrazzi, cortili e portici;

Interventi sulle finiture interne:
– rifacimento di pavimentazioni interne, compreso l’eventuale rinforzo dei solai, con rete elettrosaldata o rifacimento del massetto;
– rifacimento di intonaci, tinteggiature e rivestimenti;
– riparazione o sostituzione di porte e finestre.

Sono compresi anche interventi di semplice riparazione di elementi strutturali, lo spostamento di porte interne all’unità immobiliari e di arredi fissi.

MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Opere esterne:
– rifacimento o nuova realizzazione di intonaci esterni;
– sostituzione di serramenti esterni, persiane, serrande, ecc., con altra tipologia di infissi differente per forma e materiali;
– realizzazione di  cancellate, ringhiere, muri di cinta e recinzioni;
– apertura di nuove porte o finestre verso l’esterno;

Opere interne:
– consolidamento statico di strutture portanti dell’edificio, sia in fondazione che in elevazione;
– sostituzione di solai di copertura con altri aventi materiali e strutture differenti, senza modifica delle quote di colmo o gronda;
– rifacimento di scale e rampe;
– realizzazione, rifacimento integrale o integrazione di servizi igienico – sanitari;
– rifacimento o modifica integrale degli impianti anche con installazione di pannelli solari o fotovoltaici;
– sostituzione di tramezzi interni con modifica dello schema distributivo, ma senza alterare superfici, volumi e destinazione d’uso;